Progetto Internazionale "L’inclusione possibile: condivisione di buone pratiche per la coesione territoriale e l’integrazione"

Il progetto, realizzato con il sostegno della Regione Emilia-Romagna (L.R. 6/2004), mira a costruire un quadro conoscitivo della realtà dell’inclusione nei territori coinvolti, dal quale partire per un confronto basato su dati concreti così da sviluppare nuove strategia per favorire l’integrazione e la coesione territoriale.

Le azioni previste hanno coinvolto, attraverso specifiche interviste, le istituzioni scolastiche di II Grado del territorio e le aziende che occupano persone con disabilità o straniere, e singole esperienze di cittadini che si siano dimostrate disponibili a raccontare il loro vissuto di "inclusione" scolastica o lavorativa e i risvolti nel proprio sentire e relazionarsi.
Il percorso, che sta per concludersi con un evento di elaborazione e condivisione dei dati raccolti attraverso una giornata di workshop e un convegno dedicati agli addetti ai lavori ma anche agli stakeholders e a singoli cittadini, permetterà di richiamare l’attenzione sul valore dell’integrazione partendo dai cittadini, così da aumentare la sensibilità collettiva e la consapevolezza di quanto debba e possa essere fatto per rendere i nostri territori e l’UE intera autenticamente inclusivi. Proprio grazie alla condivisione e al confronto con storie diverse, il progetto tende ad individuare proposte innovative e ampiamente condivise, finalizzate a una migliore realizzazione dei principi di integrazione e inclusione a vari livelli: scolastico, lavorativo e sociale.

Le proposte elaborate saranno messe nella disponibilità delle parti politiche così da poter influenzare positivamente le future azioni per la coesione territoriale.
Lo studio e l'analisi dei dati ricavati dal percorso mirano infatti a rappresentare una significativa opportunità per approfondire i rapporti di collaborazione con i partner stranieri in un ambito, quello dell’inclusione, già toccato durante una precedente esperienza condivisa (progetto WOW - WhO am I, Who are you: European citizenship and intercultural dialogue - Programma Europa per i Cittadini). Proprio da questa esperienza erano emerse situazioni e modalità di approccio differenti dei vari Paesi su questi temi, motivo per il quale, attraverso l’ulteriore confronto derivante da questa esperienza, potranno emergere spunti per nuove progettualità e collaborazioni.

Il progetto è realizzato in partenariato con:

  • Municipalità di Paredes - Parque José Guilherme 4580 – 130 Paredes (Portogallo)
  • Zavod za odgoj i obrazovanje osoba sa smetnjama u psihičkom i tjelesnom razvoju (Centro per l’educazione e l’integrazione dei giovani con disabilità motoria e psichica) - Krečanska, 5 - Tuzla BiH (Bosnia)

Alle attività di analisi e confronto sui dati, parteciperà anche la Universidade Federal do Rio Grande do Sul, Faculdade de Educação (Brasile).

Info e risultanze del Convegno del 1 dicembre 2018

Per eventuali informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti:

> Servizio Sociale Associato - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

> Nicoletta Marcolin e Donatella Brizzi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

logo unione ucrls


SEDE LEGALE E AFFARI GENERALI
c/o Comune di Casalecchio di Reno
Via dei Mille n. 9 – 40033 Casalecchio di Reno (BO)
tel. 051 598111
e-mail: info@unionerenolavinosamoggia.bo.it

CODICE FISCALE: 91311930373
IBAN : IT 85 Y 02008 05403 000100764449
Partita Iva: 03466041203
PEC: unione.renolavinosamoggia@cert.cittametropolitana.bo.it



Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie